Cristallizzazione del miele



È una convinzione sbagliata che il miele cristallizzi se ne viene aggiunto zucchero. E vi è un’altra: solo il miele con presenza di cristalli può essere considerato di origine naturale – è sbagliata anche questa. Sia liquido che cristallizzato, il miele puro è sempre ottimo!

La cristallizzazione è un processo fisico naturale che non cambia le proprietà chimiche del miele. Il miele cristallizzato può essere sciolto a bagnomaria ad una temperatura di 45 C° o in forno a microonde, senza danneggiamenti, ma successivamente può ricristallizzarsi.

A coloro che preferiscono il miele cristallizzato, si consiglia il miele cremoso che si ottiene dalla mescolazione delicata che si ripete di tanto in tanto durante la cristallizzazione del miele.

Così si ottiene un miele cremoso con granulazione finissima che viene versato nei barattoli.
Che miele consumare, liquido o cristallizzato? La risposta è semplice: ciò che ci piace di più!